CALLING – FRANCESCO SARCINA: “PER ME SUONARE E’ COME FARE L’AMORE “

Torna l’appuntamento con “Calling”, il format lanciato da Stefano Fisico a tu per tu con gli artisti più importanti della scena musicale italiana. Tra i primi protagonisti di questa amichevole chiacchierata Francesco Sarcina, frontman delle Vibrazioni. 

Punto di partenza il ricordo di Diego Armando Maradona e la prima volta allo stadio, a vedere in curva un Milan – Sampdoria di tanti anni fa. Tanti i temi toccati, come l’emergenza sanitaria, che Sarcina sta vivendo come un momento per riflettere e scrivere tanto (“ti faccio vedere quanta roba sto scrivendo… fogli su fogli di robe scritte”). Non manca occasione anche di fare una “tiratina d’orecchie” al governo che avrebbe dovuto mettere in atto tutte le misure necessarie più in anticipo. I live e quindi i concerti dal vivo sono ciò che più manca all’artista milanese, con la band avrebbe dovuto fare un tour nei teatri insieme al maestro Beppe Vessicchio. Mancano i fan e il contatto con le persone, lui si considera un “animale da palco” e fortunatamente pochi giorni fa è riuscito a suonare dal vivo per nel programma dell’amico Max Brigante a Radio 105… (“avevo una tale voglia che fare quattro brani dal vivo è stato come suonare in uno stadio pieno”). Alla fine suonare è come fare l’amore, fondamentale.

Tra i vari passatempi c’è la lettura e l’ultimo libro di Fabrizio Corona ha particolarmente colpito l’artista delle Vibrazioni (“Un libro molto forte e molto bello”). Dalla lettura, si torna alla musica per poi finire a parlar di cinema e fiction. Venerdì’ 27 novembre è partita su Canale 5 la seconda stagione de “Il Silenzio dell’Acqua” con “Dedicato a te” colonna sonora della serie. Il brano, dal titolo “Dedicato a te – Acqua Version” riprodotto e registrato con un emozionante arrangiamento orchestrale, uscirà venerdì 4 dicembre nelle radio e sulle piattaforme digitali.

Una panoramica generale del suo mondo artistico che lo porta a parlare anche del Festival di Sanremo e di come, secondo lui, sarebbe sbagliato farlo senza pubblico. “Non lo stanno gestendo nella maniera corretta, fossi in loro lo cancellerei aspettando tempi migliori, perché prima o poi dovranno arrivare…”, queste le parole del cantautore che si sfoga anche contro il governo. Spiega come l’evento più importante della musica italiana non possa ridursi ad una diretta streaming, perderebbe il suo fascino. Quel fascino che ha ritrovato quest’anno, quando Le Vibrazioni hanno raggiunto il quarto posto col brano “Dov’è”.

In un periodo difficile come questo si è poi parlato delle varie iniziative lanciate per aiutare tutti coloro che lavorano nel mondo artistico. Tra le preferite di Sarcina c’è “Bauli In Piazza”, che lui ha definito intelligente, ordinata ma soprattutto umana. L’occhio di riguardo, secondo lui, dovrebbe andare alle persone che lavorano dietro gli artisti e che in questo momento non sono tutelati ma nemmeno presi in considerazione. 

In questa puntata di Calling si è parlato anche di famiglia e affetti, Francesco Sarcina si definisce un papà “rock’n’roll” che passa un sacco di tempo coi propri figli. Un papà moderno ma che non è d’accordo sul fatto di condividere ogni singolo momento della propria vita sui social. 

Chiacchierata quella tra Stefano Fisico e Francesco Sarcina che si chiude con le domande dei fan, una in particolare: “Qual’è la cosa più pazza che hai fatto a un concerto?”. La risposta non si è fatta attendere. Sarcina ha raccontato di quando si esibì a Spoleto nel 2005 e reagì in maniera particolarmente accesa verso uno del pubblico che stava dando particolarmente fastidio. Alla fine però ha ammesso di aver fatto una sciocchezza (“arrivavo da tre anni di tour ininterrotto ed ero stanchissimo… è stata una stupidata”).

Con l’inizio del mese di dicembre ricorre la Giornata Mondiale per la lotta contro l’AIDS. Per ricordarlo ai propri fan l’artista milanese ha postato sul suo profilo Instagram l’immagine di un profilattico, per far capire quanto sia importante usare la testa e proteggersi: “W l’amore, il sesso e l’arte ma soprattutto la testa e l’intelligenza con la quale si fanno tutte queste bellissime attività!” #worldaidsday2020.

https://www.instagram.com/p/CIQ-olkgi8j/

Ospite di questa puntata Francesco Sarcina de Le Vibrazioni, l’appuntamento con Calling si rinnova tutti i lunedì, mercoledì e venerdì alle 19.30 in diretta sul profilo Instagram di Stefano Fisico (https://www.instagram.com/stefanofisicodj/)

Seguici

Latest

“I MURI DEL SILENZIO”, PROGETTO PER RIFLETTERE SULL’OMERTA’

Un libro fotografico e un'installazione in continua evoluzione, a sostegno delle donne vittime di violenza. Questo e molto altro ancora è "I muri del silenzio", un'iniziativa della fotografa ritrattista Mjriam Bon, sostenuta dall’atleta paralimpica e parlamentare Giusy Versace

MANESKIN: “SIAMO PRONTI A RESTITUIRE TUTTO QUESTO ENTUSIASMO”

Sono i vincitori di questa 71esima edizione del Festival di Sanremo: Damiano, Victoria, Ethan e Thomas, meglio conosciuti come i Maneskin, sul gradino più alto del podio con “Zitti e buoni“

SANREMO 2021, GLI ASCOLTI DELLA SERATA FINALE

Serata finale Sanremo 2021, sabato 6 marzo.Prima parte: 49,9%    13 milioni 203 mila spettatoriSeconda parte: 62,5%    7 milioni 730 mila spettatoriComplessivo: 53,5%   ...

COMA_COSE: “DA PORTA TICINESE A SANREMO”

Si chiama Fiamme negli occhi il brano scritto a quattro mani da Fausto Lama e California, in arte Coma_Cose: coppia nella vita e nella musica, il duo milanese rappresenta una delle realtà più sorprendenti dell’etichetta Asian Fake. Nostralgia è il titolo dell'album che uscirà il prossimo 16 aprile.

AMAZON PRIME, SPIONAGGIO E ADRENALINA CON “JACK RYAN”

Siete in cerca di nuovi titoli da aggiungere al vostro catalogo personale di serie tv? Allora mettetevi comodi e schiacciate play, su...