DAVIDE SHORTY: “A SANREMO GIOVANI PORTO TUTTE LE MIE INFLUENZE MUSICALI”

Intervista al cantautore palermitano Davide Shorty, a poche ore dalla finalissima di Sanremo Giovani in programma giovedì 17 dicembre, per parlare del brano in concorso intitolato “Regina”

Davide-Shorty

“Regina” è il titolo del brano con cui ti presenti a Sanremo Giovani, giocandoti la possibilità di ottenere un biglietto per l’Ariston. Quali sono gli elementi e le caratteristiche che ti rendono più orgoglioso di questo pezzo?

«La cosa di cui sono più orgoglioso è che il brano mi rappresenta al 100%, raccogliendo tutte quelle che sono le mie influenze musicali. Averlo creato insieme ad amici e professionisti tra le persone che stimo di più sulla faccia della terra (Emanuele Triglia, Claudio Guarcello e Davide Savarese, con produzione di Tommaso Colliva, ndr) mi soddisfa ancora di più. Infine, portare su un palco come quello di Sanremo un brano che parla del mio vissuto, con un vestito che mi calza a pennello, mi rende sicuramente molto orgoglioso».

Il brano racconta la storia di una ragazza che si fa forza di fronte alle difficoltà di una vita poco fortunata. In un momento storico in cui tutti ci sentiamo potenzialmente a rischio, quale messaggio ti piacerebbe riuscire a trasmettere a chi, a volte, crede di non farcela?

«Innanzitutto mi piacerebbe fosse normale il ricordarci l’un l’altro che tutti abbiamo qualcosa di speciale dentro, che tutti abbiamo una luce. Sarebbe bello che ognuno di noi si ricordasse di indicare quella luce alle persone a cui vogliamo bene, cosa che spesso ci dimentichiamo di fare. Vivere un momento come questo, ci ricorda che quella libertà che credevamo così scontata, in realtà, non lo è affatto. Ti ritrovi a tu per tu con te stesso, con i tuoi traumi e i tuoi difetti, in questo la tecnologia ci permette di comunicare. Il mio è un messaggio di unione. Siamo degli animali sociali, dobbiamo riuscire a gestire questo distanziamento che può essere fisico.. ma non dovrà mai essere un distanziamento spirituale o psicologico. Per quanto possa essere difficile, dobbiamo tenere duro».

Palermitano doc trapiantato a Londra, quali sono le caratteristiche che pensi di aver assorbito sia dalla tua terra di origine che dalla tua metropoli che ti ha accolto?

«Da buon siciliano sono testardo di natura (sorride, ndr), ma anche molto caloroso, ospitale, mi piace un sacco far sentire le persone a loro agio. Per quanto riguarda Londra, sono un tipo abbastanza puntuale, molto attento ai dettagli e parecchio aperto alla multiculturalità, sia musicalmente che umanamente. Confrontarsi con culture completamente diverse dalla mia, mi ha fatto crescere moltissimo».

Come ti trovi con gli altri ragazzi di Sanremo Giovani? Hai legato con qualcuno in particolare?

«Sì, un po’ con tutti si è creato un bel rapporto. In particolare ho legato molto con Le Larve, lo trovo geniale. Nutro un’ammirazione particolare nei confronti di Sissi, che purtroppo non è passata, lei è bravissima, sicuramente collaboreremo in futuro. Folcast è un amico, in passato abbiamo avuto modo di condividere il palco insieme, oltre ad avere entrambi lo stesso produttore, così come con Greta Zuccoli, con lei ho legato perchè abbiamo moltissimi ascolti in comune. Poi, ancora, Gaudiano e I Desideri, diciamo che ho avuto modo di chiacchierare con tutti, scoprendo tante belle persone e belle personalità, sono contento si sia creato un gruppo così, piuttosto trasversale. Non essendoci “doppioni” sarà ardua!».

Videointervista completa con Davide Shorty

Nico Donvito
Nico Donvito
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Discover

Latest

5 CURIOSITA’ SU… IRAMA

Lo sapevate che... - Il suo nome d'arte ha un duplice significato, è sia un anagramma del suo secondo...

L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI JOHN LENNON, IL RICORDO A 40 ANNI DALLA SCOMPARSA

Avrebbe compiuto ottant'anni lo scorso ottobre John Lennon, gigante della musica mondiale che ci ha lasciato prematuramente l'8 dicembre del 1980

PEZZI DI NOI, EMMA E ALESSANDRA AMOROSO: “BISOGNA CREDERCI, SEMPRE”

Due icone del pop italiano, due esempi di artiste che ce l’hanno fatta, da ragazze a donne cresciute con i loro fan, nel rispetto di un rapporto che le fa amare da milioni di persone. Il 2021 si apre con il desiderio realizzato di molti, quello di sentirle cantare insieme un brano. Emma e Alessandra Amoroso per la prima volta insieme, sembrava una fantasia che ora è realtà con "Pezzo di cuore".

CLAUDIO BAGLIONI, IN RADIO “UOMO DI VARIE ETA'”

Da oggi è in radio “UOMO DI VARIE ETÀ”, il nuovo singolo di CLAUDIO BAGLIONI estratto da “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA” (Sony...

E’ USCITA LA VERSIONE FISICA DI “SETTEBELLO”, IL DISCO DI GALEFFI

Venerdì 27 novembre è uscita la versione fisica del nuovo album di GALEFFI, “SETTEBELLO”, disponibile sia in versione CD standard che in un’esclusiva...