SANREMO 2021: IBRAHIMOVIC OSPITE FISSO, ECCO I CALCIATORI CHE LO HANNO PRECEDUTO

Il direttore artistico Amadeus annuncia la presenza dell’attaccante svedese a Sanremo 2021. Zlatan Ibrahimovic non è il primo calciatore a calcare il palco dell’Ariston, scopriamo insieme chi lo ha preceduto

Zlatan Ibrahimovic Sanremo

La macchina organizzativa della 71esima edizione del Festival di Sanremo procede a pieno ritmo, dopo aver annunciato il cast dei 26 big e decretato gli 8 giovani della sezione Nuove Proposte, il direttore artistico Amadeus ha svelato nuovi tasselli di questo suo secondo mandato.

Al suo fianco, oltre alla scontata presenza dell’amico Fiorello, ci saranno ben due cantanti in gara lo scorso anno, vale a dire Elodie e Achille Lauro, la prima per una sera, il secondo per l’intera durata della kermesse, proprio come – udite udite – Zlatan Ibrahimovic, attaccante in forza al Milan.

Il centravanti svedese non è il primo calciatore a prendere parte alla manifestazione canora in qualità di ospite, diversi suoi colleghi lo hanno preceduto negli anni. L’ultimo in ordine di tempo è stato Cristiano Ronaldo, presente in platea lo scorso febbraio.

Il portoghese ha accompagnato la sua fidanzata Georgina Rodriguez, presente in veste di co-conduttrice della terza serata, intrattenendosi in una simpatica gag con il padrone di casa Amadeus, nonché grande tifoso interista (pensate che suo figlio si chiama Josè in onore di Mourinho).

CR7 non è il primo ad aver seguito dalla platea la propria compagna, nel 2006 era già capitato a Francesco Totti, con Ilary Blasi impegnata alla conduzione. Presenza sanremese che ha portato bene al capitano della Roma, che dopo qualche mese si è laureato campione del mondo, alzando la Coppa del Mondo in quel di Berlino. L’ex numero 10 giallorosso è tornato sul palco dell’Ariston anche nel 2017, nell’edizione condotta da Carlo Conti e Maria De Filippi.

Come non citare anche Antonio Cassano, al fianco di Antonella Clerici nel 2010, oppure Roberto Baggio, che nel 2013 lesse una toccante lettera dedicata ai giovani, e che dire dell’intera rosa della Juventus dieci anni prima? Nel 2003 la squadra al completo propose dal vivo la rivisitazione de “Il mio canto libero” di Lucio Battisti, versione incisa anche come singolo, i cui ricavati furono destinati all’ospedale Gaslini di Genova.

Andando ancora più indietro nel tempo, i primi calciatori a partecipare al Festival sono stati Roberto Mancini e Alessandro Del Piero, voluti nel 1999 da Fabio Fazio (all’epoca conduttore di “Quelli che il calcio”) per annunciare due delle canzoni in concorso.

Insomma, Sanremo e il mondo del calcio si sono spesso incrociati, addirittura nel 2001 al fianco di Raffaella Carrà sarebbe dovuto esserci Diego Armando Maradona, come ha ricordato la stessa showgirl emiliana nel corso di una recente intervista rilasciata al Corriere.

Ma non solo calciatori, nel 1999 sbarcò in riviera anche l’arbitro Pierluigi Collina, oltre a ben due allenatori della nostra Nazionale, ovvero Antonio Conte nel 2015 e prima ancora Claudio Lippi, che nel 2010 accompagnò nella serata dei duetti Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici, intonando sulle note di “Italia amore mio”.

Scene che non avremmo mai voluto vedere, ma consoliamoci con Si può dare di più, capolavoro della canzone italiana proposto a Sanremo 1987 da un altro trio – questa volta vincente – composto da Gianni Morandi, Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi, brano nato dall’esperienza calcistica della Nazionale Italiana Cantanti e diventato, nel giro di poco tempo, l’inno ufficiale della squadra.

Concludiamo questa carrellata di ospitate filocalcistiche con il video dell’epica esibizione canora di Diego Abatantuono, che sul palco dell’Ariston presentò in anteprima – rigorosamente in playback – la celebre colonna sonora del film “Eccezzziunale… veramente”, uscito nelle sale cinematografiche il 4 marzo 1982. Un manifesto per tutti i tifosi di ieri, di oggi e di domani!

Nico Donvito
Nico Donvito
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Discover

Latest

LUCIANO LIGABUE E IL SUO TRIPLETE

Da buon tifoso interista , Luciano Ligabue ad una settimana dall’uscita del suo nuovo progetto discografico, composto dal disco di inediti “7” e dalla raccolta “77+7” (77 singoli + il disco di inediti “7”), entra al primo posto della classifica FIMI/GfK TOP OF THE MUSIC degli ALBUM più venduti. Il singolo “VOLENTE O NOLENTE” (ft. Elisa) è al primo posto della classifica dei brani più trasmessi in radio (fonte EarOne), e anche il video del brano è al numero 1 della EarOne Airplay Tv.

MI-TOMORROW E STEFANOFISICO.IT, UNA REDAZIONE ALLARGATA PER LA MUSICA

Il quotidiano cartaceo milanese aumenta le pagine dedicate alla musica e all'intrattenimento, collaborando con il nostro web magazine

HU: STASERA ALLA FINALE DI SANREMO GIOVANI

In diretta su Rai1, Hu è in gara col il brano "Occhi Niagara" per accedere alle nuove proposte del Festival di Sanremo.

YUNGBLUD, IL SUO NUOVO ALBUM “WEIRD” E’ AL N.1 IN UK

Dal disco di YungBlud sono tratti i due singoli presenti nella TOP 100 dei brani più programmati dalle radio italiane: COTTON CANDY...

GIULIA MOLINO, “COMM’A LL’ARIA” E’ IL NUOVO SINGOLO DELLA RAPPER E AUTRICE NAPOLETANA

Si chiama GIULIA MOLINO la poliedrica artista napoletana, rapper e autrice, che pubblica oggi il suo nuovo singolo “COMM’ A LL’ARIA”