CHADIA RODRIGUEZ: “SIAMO COME SIAMO”

Nonostante la sua giovane età, da quando Chadia Rodriguez ha deciso che questo sarebbe stato il mestiere della sua vita, è cresciuta e non si è mai nascosta affrontando sempre in prima persona argomentazioni e temi delicati che molte sue colleghe hanno preferito evitare. Oggi torna con un nuovo brano in cui parla di cattiveria e invidia

Donne che odiano le donne è il titolo del tuo nuovo singolo, un brano in cui racconti di te e dove molto arrabbiata, rivendichi ad alta voce quello che ora è Chadia Rodriguez “una fiamma che vi ustiona”

<< Esatto, più che rivendicare la vera Chadia, è rivendicare quello che è ogni persona che mi segue e che sente lo stesso peso dentro come lo sento io. Quando è uscito il brano Bella così mi hanno dato dell’incoerente, della persona che lo aveva fatto solamente per hype, mentre in realtà avevo deciso di farlo uscire in primis perché stavo male, ero andata in depressione, e adesso che sto molto meglio ho la forza di dire che era successo. 

Quando sei in depressione non è così tanto facile dirlo, rifiuti tutto e tutti, quel brano mi ha aiutato dandomi la forza e la possibilità di continuare ad andare in studio a portare avanti i miei progetti , senza più la rinunciare a che sarei potuta diventare giorno dopo giorno continuando a fare musica >>

Nel testo dici <<Da quando ce l’ho fatta mangio solo cattiveria e invidia>>. Non pensi che in un momento cosi delicato come quello attuale che tocca ancora di più il gentil sesso, la condivisione e l’essere unite, argomentando temi importanti, sarebbe un bellissimo esempio per il pubblico giovane a cui tu e tue colleghe vi rivolgete ?

<<Per quanto riguarda me personalmente, ho sempre combattuto per questo tipo di cosa, per il semplice fatto che siamo persone che hanno la possibilità di farlo. 

La cosa che mi irrita molto è che avendo moltissimi follower, potremmo aiutare migliaia di persone e di conseguenza vedere tanti miei colleghi che usano i social senza trasmettere questo tipo di messaggio, mi dispiace . Non ci vorrebbe molto, anche un semplice buongiorno dato nel modo giusto>>

Qual è il motivo perché è così difficile condividere anche con altri colleghi?

<< Perché si è egoisti, perché nel momento in cui arrivi ad avere successo pensi che condividendolo possa perdere tutto e subentrano ansia e paura.

Sono invece dell’idea che più condividi e più hai la possibilità di crescere, però questo non tutti lo sanno e infatti non tutti hanno carriere troppo lunga. Non era un modo per dissare qualcuno, ma è cosi>> 

Oggi Il poter vedere molte cose da un altra prospettiva è stato grazie alle figure che hanno creduto in te lanciandoti in questo mondo. Jake la Furia e Big Fish quanto e in cosa ti hanno aiutato nel tuo percorso di artista e donna?

<< Sicuramente a fregarmene molto di più del parere delle persone e a focalizzarmi su quelli che sono i miei obiettivi e quelli che sono i traguardi che vorrei raggiungere, però uno degli insegnamenti più preziosi che mi hanno dato, è stato da parte di Jake quando ho girato il mio primo video quando mi ha detto

Chadia ricordati che le persone non si ricorderanno mai di quanti follower hai, di quanti dischi avrai fatto ma si ricorderanno sempre della persona buona che sei e fin quando ti comporterai bene con tutti, tutti ti sapranno riconoscere per l’artista e la donna che sei” >>

Ti sei definita un zarra, una sorta di giullare di corte dall’animo sensibile. Poi penso al mondo urban / rap e penso che sia un’immagine in contrapposizione e lontana dai classici canoni, no?

<< L’altro giorno nei ricordi di Instagram mi è uscito proprio questo ricordo e mi è venuto proprio da dire “ma perché mi sono data della zarra e della sensibile allo stesso tempo?” >> Si, in questo non sono per niente portata, forse perché sono troppo diretta.

Quando ero più piccola ho provato tantissime volte a sfuggire alla mia vita, provare ad immaginarmi qualcosa, un mondo che non mi appartenesse o che comunque non fosse il mio, però in realtà crescendo ho sempre avuto di più la consapevolezza che l’unica persona che potevo essere ero io, contribuendo e migliorando a mio modo >>

Da “Dale” a “Donne che odiano le donne” in cosa sei cambiata di più e in cosa ti vedi migliorata?

<< Non saprei. Sono cambiata molto e ogni anno che passa riguardando i ricordi precedenti c’è sempre qualcosa in me che trovo diverso e la cosa positiva che mi fa apprezzare tutto questo cambiamento è che ogni volta che cambio, penso sia in meglio ed è quello che dovrebbero puntare a fare tutti gli esseri umani di questo mondo. Quando cerchi comunque di migliorare te stesso, dando la possibilità di vederlo anche alle persone che ti circondano e che lo notano con apprezzamenti di diverso tipo, penso sia una cosa gratificante.

Non so perché, ma ho idea che i cambiamenti in ognuno di noi avvengano dopo l’estate, dove al rientro dalle vacanze siamo un po’ tutti diversi. Mi torna in mente il periodo scolastico in cui rientravi a Settembre e c’era il tuo compagno di classe che era cambiato o era diventato più carino o più alto o comunque qualcosa, però è dall’estate che si cambia >>

In una scala da uno a dieci, a che punto sei arrivata a tuo avviso ?

<< Mi fa sempre un po’ paura pensare a queste cose, ma a mio parere per essere una persona che è partita da zero , con la massima umiltà, penso di essere arrivata a cinque, e di conseguenza c’è ancora un bel po’ da fare >>

Qual è il più bel complimento che hai mai ricevuto e che non ti aspettavi?

<< Non lo so , forse “brava Chadia ce l’hai fatta” o comunque una frase che mi hanno detto i mie manager superando ogni difficoltà e ogni avversità che si è presentata lungo il mio percorso.

Anche l’altro giorno quando ho girato il video di Donne che odiano le donne indossavo un vestito estivo ed ero all’aperto, di notte, alle quattro del mattino con meno due/tre gradi e la strada bagnata, per me stata una prova di forza, e non mi dimenticherò mai che Max, il mio manager, mi ha detto “questa è l’ennesima prova che più alzi il livello, più sono le difficoltà, ma anche le soddisfazioni “ >>

L’ultima volta che ti sei commossa?

<< In realtà mi capita spesso, mi sono commossa tantissimo durante le riprese dell’ultimo video perché la ragazza che ha fatto i casting mi ha raccontato di questa email che ricevuta da parte del fidanzato di una ragazza che ha poi fatto parte del video. Entrambi sono miei fan, ma lei sei sentiva brutta e inadeguata e per spronarla e farla sta bene ha mandato la sua candidatura.

Gesti come questi mi piacerebbe accadessero più spesso, vorrei più persone così nel mondo, ragazzi che sappiano apprezzare la donna che hanno al proprio fianco e soprattutto che vogliano valorizzare la donna che hanno al loro fianco e non nasconderla e picchiarla o farla sentire inferiore a quello che in realtà è >>

Che cos’è per te la musica?

<< É tutto! Riesce a capire, a concepire il nostro stato d’animo ogni volta che siamo tristi o depressi .Quando siamo felici o che vogliamo ricordare un momento usiamo una canzone, la musica fa parte della nostra vita e chi vuole insultarla o comunque non l’apprezzarla al cento percento non ne dovrebbe far parte perché penso sia qualcosa di sacro per tutti noi.

Tantissime volte capisco che ci sono delle persone che non apprezzano quello che faccio, che mi dicono “dovresti smetterla di fare musica” però allo stesso tempo mi rendo conto che per altre persone non è cosi >>

Seguici

Latest

5 CURIOSITÀ SU… TOMMASO

Ecco 5 curiosità su Tommaso Anzani, uno dei ballerini che ha avuto l'accesso alla ventesima edizione del serale di Amici.

LAURA PAUSINI NOMINATA AGLI OSCAR 2021

Dopo la vittoria di Laura Pausini ai Golden Globe lo scorso mese, "Io Sì (Seen)" viene candidata agli Oscar 2021 come "Miglior...

“I MURI DEL SILENZIO”, PROGETTO PER RIFLETTERE SULL’OMERTA’

Un libro fotografico e un'installazione in continua evoluzione, a sostegno delle donne vittime di violenza. Questo e molto altro ancora è "I muri del silenzio", un'iniziativa della fotografa ritrattista Mjriam Bon, sostenuta dall’atleta paralimpica e parlamentare Giusy Versace

“SCUSA”, IL PRIMO SINGOLO UFFICIALE DI MARA SATTEI

Dopo averci affascinato con le sue “Registrazioni”, sta finalmente arrivando il momento di ascoltare il primo singolo ufficiale di Mara Sattei, “Scusa” (Arista/Columbia...

SANREMO 2021, LA CONFERENZA DI CHIUSURA

Si è tenuta alle 12.00 di domenica 7 marzo la settima, ed ultima, conferenza stampa del Festival di Sanremo 2021. La quinta...