EVENTI COVID PROOF: IN OLANDA VIA ALLA SPERIMENTAZIONE

La sperimentazione avviata dal governo olandese con FieldLab Evenementen, prevede otto eventi di massa Covid Proof monitorati da una equipe di ricercatori. 

FieldLab Evenementen ha organizzato una serie di 8 eventi Covid Proof, tra Febbraio e Marzo 2021. Governo, università e società che organizzano fiere e congressi, si sono uniti per tornare a realizzare eventi di massa in sicurezza ai tempi del coronavirus. 

Le date degli eventi di prova sono state le seguenti:

20 febbraio: spettacolo di cabaret di Guido Weijers (500 visitatori)

21 febbraio: partita di calcio NEC-De Graafschap (1500 visitatori)

28 febbraio: partita di calcio Almere City FC-Cambuur Leeuwarden (1500 visitatori)

6 marzo: evento di danza allo Ziggo Dome (1300 visitatori)

7 marzo: concerto allo Ziggo Dome (1300 visitatori)

13 marzo: festival di danza (esterno) a Walibi Holland (1500 visitatori)

14 marzo: festival pop (esterno) a Walibi Holland (1500 visitatori)

Fieldlab Program: eventi di massa, con partecipazione fra le 500 e 1500 persone. Sono presenti festival musicali all’aperto, partite di calcio e uno spettacolo di cabaret.

Durante questi eventi sperimentali  “Covid proof”, i visitatori hanno dovuto mostrare un test corona PCR negativo all’arrivo.

A Wallabi Holland, il settimo e penultimo esperimento, hanno permesso di provare l’ultima app del governo. L’app dà a ogni test negativo un QR code visualizzabile sullo smartphone, che consente di smaltire rapidamente la fila.

Ai partecipanti sono stati forniti sensori di movimento, appositi drink fluorescenti, tamponi, visiere e mascherine.

In seguito sono stati sottoposti a una misurazione della temperatura e dopo cinque giorni sono stati testati nuovamente. 

La FieldLab Evenementen, ha iniziato già da tempo a tentare monitoraggi e verifiche del genere. Da mesi lavoravano in questa direzione. 

Per Andreas Voss, ricercatore a capo di questo programma chiamato “Fieldlab Program”, con questo sistema sarà possibile riaprire concerti, cinema e teatri quando ancora non si sarà raggiunta la copertura vaccinale della popolazione.

Per quanto riguarda i festival è più cauto, perché muovendosi si hanno più occasioni di contatto, nonostante siano all’aria aperta. 

Mona Keizer, sottosegretario all’Economia: “C’è un’atmosfera di festa, ma è una cosa molto seria. Come governo vogliamo dimostrare che pensiamo al futuro“. 

Come funziona?

I partecipanti sono divisi in diversi gruppi chiamati “bolle” che rimangono separate. Ogni gruppo ha il proprio ingresso e il proprio bagno.

Ogni gruppo ha regole diverse dall’altro: alcuni non indossano niente e stanno ammassati liberamente, altri indossano una mascherina mentre camminano o sono seduti, altri si siedono dietro un para spruzzi.

Pieter Lubberts di Fieldlab: “Guardiamo principalmente alla durata del contatto, ai momenti di contatto e alla distanza tra le persone”.

Durante tutto l’evento i partecipanti hanno indossato un sensore, in modo da poter ricostruire con esattezza i loro movimenti.

Cinque giorni dopo ogni convegno è stato programmato un nuovo tampone. In seguito tutti i dati raccolti sono stati poi esaminati dai ricercatori

La speranza è che tramite iniziative come queste, volute dall’industria degli eventi in combo con il governo, si riesca finalmente a capire se e come sia possibile organizzare eventi in sicurezza.

L’obiettivo sarà determinare quale insieme di regole risulti più efficace per prevenire il contagio.

Milla
Milla
Milla è una DJ che da 13 anni suona nelle più importanti consolle LGBT del mondo, tra cui Matinée - Circuit Barcellona, USA, Canada, Portogallo, Germania, Francia, Svizzera. Ha all'attivo oltre 2000 parties e ha suonato per tanti anni al Cocoricò di Riccione con i più grandi al mondo della scena elettronica: Afrojack, Martin Garrix, Axwell, Ingrosso. In Italia è stata la Dj addetta agli opening set del Deejay Time on tour, nelle piazze di tutta Italia, con Albertino, Molella, Fargetta e Prezioso. Collabora con Stefano Fisico, nella realizzazione delle interviste ed è rilevante segnalare il suo ruolo di talent scout, manager di eventi ed attivista nella comunità LGBT.

Seguici

Latest

MOLELLA: “LA MUSICA DANCE ITALIANA È STATA E SEMPRE SARÀ, LA PIÚ BELLA”.

Molella è uno dei Dj più conosciuti mai emersi dalla scena dance nazionale. È nel giro da più di trent’anni e ancora...

IL CAIRO: “CON SCIROCCO PORTO A MILANO IL MEDITERRANEO”

Milanese dalla nascita ma da sempre con una grande nostalgia per il Sud e il Mediterraneo. E' uscito "SCIROCCO" il primo EP...

PIERO PELÙ: “NELLE VICENDE DELLA MIA FAMIGLIA C’È LA STORIA DI TUTTO IL NOVECENTO”

Ha preso il via il 9 luglio da Marostica Gigante Live, il nuovo tour di Piero Pelù. Una carriera lunga 40 anni in una serie di concerti imperdibili

CLASSIFICHE SETTIMANA #18: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Rkomi è l'assoluto dominatore della settimana, occupando il primo posto di 4 classifiche su 5. Buona performance di Caparezza in radio. Lunga, però, la lista dei delusi.

“SOLO COSE BELLE”, COMETE E LE POSSIBILI RIFLESSIONI ANCHE D’ESTATE

Disponibile in radio dal 25 giugno "Solo cose belle", il singolo che da il titolo al primo omonimo album di Eugenio Campagna, in arte Comete