NOEMI: UNA METAMORFOSI MUSICALE PARTITA DA SANREMO E CHE HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA PER ESSERE DECISIVA

La partecipazione al Festival di Sanremo 2021 ha riportato l’attenzione su Noemi che con “Glicine” conquista il disco d’oro e prenota il futuro
4 Condivisioni
4
0
0

La partecipazione al Festival di Sanremo 2021 ha riportato l’attenzione su Noemi che con “Glicine” conquista il disco d’oro e prenota il futuro

Il Festival di Sanremo 2021 avrebbe dovuto significare rinascita, anche se per diversi motivi siamo ancora lontani dalla situazione auspicata. Sono molti, però, gli artisti che hanno giocato al meglio le loro carte e sono stati in grado di conquistare o riconquistare un posto al sole.

Un piacevole ritorno è quello di Noemi che, nonostante si sia classificata soltanto al 14° posto, sta ottenendo riscontri più che positivi.

Noemi

Partecipare a un Festival di Sanremo con 26 artisti e con un cast estremamente diverso rispetto al solito poteva sembrare un rischio o un azzardo. Ma Noemi con personalità si è presentata sul palco dell’Ariston conquistando la fiducia del pubblico che l’ha premiata anche dopo la kermesse.

Il singolo Glicine su Spotify ha totalizzato quasi 7 milioni di ascolti, mentre il videoclip su YouTube è a quota 8 milioni di views. Risultati importanti che le hanno permesso di conquistare il disco d’oro.

L’ultimo brano della cantautrice romana che riuscì a conquistare l’ambito riconoscimento fu Bagnati dal Sole, pezzo con cui prese parte al Festival di Sanremo 2014.

Anche in radio Glicine funziona ed è attualmente nella Top 10 dei brani più trasmessi secondo la classifica Earone.

L’album Metamorfosi fa un po’ più fatica, ma il risultato è in linea con gli ultimi dischi di inediti di Noemi. Un progetto ambizioso nel quale si avverte una nouvelle vague musicale con un sound ricercato e testi diretti e che colpiscono anche grazie a un’interpretazione sentita, intensa.

Ora per Noemi si tratta di confermare di quanto di buono ottenuto nelle ultime settimane, ma le potenzialità ci sono tutte, così come dimostrato anche nell’esibizione live a Che Tempo Che Fa di domenica 11 aprile.

Un percorso che dopo una fase difficile e in cui non sono mancati ostacoli, ma che ora può riservarle tante meritate soddisfazioni.

Ti potrebbe anche piacere