AKA7EVEN: “AMICI MI HA DATO UNA IDENTITA’ MUSICALE”

9 Condivisioni
9
0
0

Aka7even all’interno del talent di Maria de Filippi è uno di quelli che è stato per possibile vincitore, questo grazie al successo delle sue canzoni che impazzano su Spotify e ad un percorso in costante crescita. Abbiamo intervistato Aka7even, il giorno d’uscita del suo album d’esordio.

Descrivici lo scantinato in cui suonavi. Con chi eri? Chi passava a trovarti? 

Allora tutto è iniziato tre anni fa, ero con i miei migliori amici e ci eravamo conosciuti in quel periodo li. Subito capiamo che oltre ad un’intesa personale c’è anche un’intesa artistica perché loro facevano musica old school underground prettamente napoletano ed io venivo dal mondo di XFactor piano e voce, completamente pop distaccato da quello che faccio oggi, abbiamo deciso di unire queste due cose. 

Nello scantinato.

Si, ci siamo ritrovati a prendere uno scantinato perché costava pochissimo, soldi non ne avevamo e, si parte sempre così, quando poi arrivi è ancora molto più soddisfacente. Un box auto in un sotterraneo, abbiamo preso il fonoassorbente ma giusto due o tre vicino al microfono perché non ne potevamo prendere e abbiamo abbellito tutto lo studio, abbiamo fatto una sorta di home studio, ovviamente il massimo delle nostre possibilità, ed abbiamo iniziato a fare musica.

Pensi che un artista un pò cocciuto come te, come tu stesso ti sei definito, dovrebbe tenere ben salde le proprie convinzioni o plasmarsi in base ai consigli competenti che riceve? 

Io penso che essere cocciuti sia un modo per portare avanti i propri ideali, già di mio lo sono e che preferisco sbagliare con le mie mani. Sono un tipo che sbatte molto la testa sulle cose ma perché, sono molto aperto mentalmente a cambiare idea perché non è detto che la mia idea sia per forza giusta.

Che differenza c’è tra Amici ed XFactor? Nel 2017 hai partecipato all’undicesima edizione di X Factor.

Lì ero piccolo, proprio a livello di maturità. Non avevo maturità artistica, personale, ero molto insicuro, non ero consapevole di ciò che fossi in quel momento e soprattutto non ero pronto discograficamente.

Ad Amici invece?

Ad Amici nonostante la mia identità artistica non fosse ben precisa, è nata la mia consapevolezza, la mia sicurezza sul palco, è nato tutto quello che sono oggi. È totalmente diversa come esperienza ma sicuramente l’età con la differenza e l’esperienza con ciò che ho vissuto nel corso dei tre anni ha fatto una differenza enorme.

In cosa ti senti migliorato da metà novembre ad oggi?

Sicuramente parlando artisticamente ho lavorato con vocal coach straordinari che mi hanno aiutato tantissimo soprattutto perché ho un problema alle corde vocali, ho una ciste, e loro in tutti i modi hanno cercato di aiutarmi per non mettermi in difficoltà vocalmente e ci sono riusciti. Perchè ho la difficoltà di stancarmi facilmente con la voce e con il loro aiuto, lo studio che abbiamo fatto ogni giorno in sala, mi sono stati molto vicini, abbiamo tolto questa difficoltà, questo mi ha fatto migliorare tantissimo perché arrivavo in puntata già bene preparato vocalmente.

Sulla presenza scenica?

Nella consapevolezza sul palco sono migliorato tantissimo. Sono entrato che tendevo a chiudere le spalle, le braccia, e sono uscito che è cambiato un po’ tutto, spalle large, voce piena e voglia di fare lo show, per la gara.

Hai una famiglia molto numerosa e sei il più piccolo di 5 figli. Papà camionista e mamma fa le pulizie. Hanno sempre appoggiato le tue attitudini musicali? 

Sempre, addirittura mio padre mi ha sempre detto “Non voglio che vai a lavorare, voglio che segui la musica, non voglio assolutamente che tu vada a fare il barista, non voglio che tu faccia il barista per avere la situazione economica adatta per poterti pagare le cose, preferisco che tu ti concentri solo su quello

Beh, una grande dimostrazione di amore!

Stessa cosa mia madre, è sempre venuta con me in giro nonostante ci fosse anche mio fratello, a fare i provini veniva con me, anzi, desiderava venirci perchè lei voleva vedere il percorso che poi mi avrebbe portato a qualcosa. Mi hanno sempre appoggiato. Economicamente mi hanno aiutato, come ho detto nel “daily” c’è stata una volta che hanno tolto dei soldi dal matrimonio di mia sorella per darli a me, e per me quella roba li era pesantissima e tra l’altro era poco prima di Amici questa roba qui e quindi è stata una responsabilità che fortunatamente è riuscita.

Ti potrebbe anche piacere