ZITTI E BUONI, C’E’ VITA OLTRE LA SOLITA MUSICA ITALIANA ALL’ESTERO

Primato meritato sul campo quello dei Maneskin all’Eurovision Song Contest, ma soprattutto una vittoria simbolica per l’Italia e per la filiera di nuove proposte che si sono distinte negli ultimi anni

Maneskin Eurovision 2021 Zitti e buoni

Il vento è cambiato, o per meglio dire stava già invertendo la propria rotta da qualche tempo. La vittoria dei Maneskin all’Eurovision Song Contest non è altro che la definitiva consacrazione di una musica che non strizza l’occhio alla rime baciate, che va al di là dei cliché nazional-popolari e dell’immaginario collettivo internazionale. Damiano, Victoria, Ethan e Thomas si sono aggiudicati il titolo del prestigioso torneo europeo, quello che in molti considerano un po’ come la Champions League della musica.

La loro è una bellissima storia di coraggio, di passione, di riscatto sociale, di tenacia e di talento. In soli pochi anni sono riusciti a scalare la vetta più alta d’Europa partendo dalla periferia, come testimoniano le numerose immagini che circolano in queste ore sui social network. Quattro amici che sono cresciuti suonando insieme, dalle strade di Via del Corso al palco di X Factor, dal Teatro Ariston di Sanremo all’Ahoy Arena di Rotterdam.

Il trionfo di una musica che non scende a compromessi

“Zitti e buoni” è stato accolto e supportato dal pubblico internazionale, un brano che ha superato le barriere linguistiche al punto da riuscire ad essere capito e premiato dal televoto. Una vera e propria rivoluzione glam-rock, di quelle che non ti aspetti dall’Italia, terra di santi e poeti, considerata la patria della melodia e del bel canto. Ancora una volta il nostro Paese ha dimostrato la propria poliedricità musicale, puntando tutto sul fattore-sorpresa, al grido di un inedito Rock ‘n‘ roll never dies!”.

«I Maneskin hanno portato spavalderia, fiducia e qualità da star» afferma la BBC, «gli italiani hanno illuminato il palco con il loro rock punk-funk a torso nudo, cantando nella loro lingua madre, in una finale da brivido» incalza il Guardian. I media di tutto il mondo commentano oggi l’impresa canora del nostro Paese, incensando i nostri rappresentanti. Incredibile ma vero, considerando quanto negli ultimi anni la nostra musica ha dovuto faticare per uscire dai confini nazionali.

Un’opportunità per tutto il settore

Per interi decenni abbiamo continuato ad esportare un determinato tipo di generi musicali, che vanno dal pop tradizionale di Eros Ramazzotti e Laura Pausini, al crossover classico di Andrea Bocelli e Il Volo, senza riuscire a smarcarci dalle solite etichette. Giusto e meritato il successo degli artisti sopracitati, che sono considerate delle vere e proprie eccellenze del nostro made in Italy, ma è giusto riuscire a dare anche una panoramica completa e contemporanea del nostro variopinto roster di proposte musicali.

Ad aprire la strada a questo ricambio generazionale, anche in chiave internazionale, è stato senza ombra di dubbio Mahmood. La sua “Soldi” ha lanciato un segnale di svolta importante, ma sono numerosi i nomi degli artisti italiani che meriterebbero di farsi conoscere all’estero, anche se non propongono esattamente quello che ci si aspetta di solito da noi. In tal senso, i Maneskin sono riusciti nell’impresa di donare un’immagine diversa della nostra arte agli occhi del mondo. Scusate se è poco.

Nico Donvito
Nico Donvito
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Seguici

Latest

MY DEEJAY TEN: SUPERATI I 20.000 ISCRITTI! DISPONIBILI ON LINE GLI ULTIMI RACE PACK

Si svolgerà domenica 23 maggio My Deejay Ten, l'evento di running che l'emittente milanese organizza dal 2005. Anche quest'anno un'edizione... diffusa!

KYLIE MINOGUE: “A SECOND TO MIDNIGHT” ANTICIPA DISCO GUEST LIST EDITION

È disponibile su tutte le piattaforme digitali “A Second to Midnight”, il nuovo singolo dell’icona pop KYLIE MINOGUE, co-scritto e registrato insieme...

CALLING – NAYT: “ALTRI GUARDANO ALLA FORMA, IO BADO ALLA SOSTANZA”

Torna l’appuntamento con “Calling”, il format lanciato da Stefano Fisico a tu per tu con gli artisti più importanti della scena musicale italiana. Il protagonista di questa nuova chiacchierata confidenziale è Nayt

TANCREDI: “IL SUCCESSO DI LAS VEGAS? MERITO ANCHE DI MARIA”

Tancredi, all'anagrafe Tancredi Cantù Rajnoldi è uno dei talenti che si è messo più in mostra in questa ultima edizione di Amici....

CARMEN CONSOLI RACCONTA IL NUOVO ALBUM “VOLEVO FARE LA ROCKSTAR”

Carmen Consoli ha presentato il suo nuovo album, "Volevo fare la rockstar", attraverso uno speciale track-by-track.