MATTEO BUZZANCA: “SCRIVERE MUSICA PER IL CINEMA É UN SOGNO AD OCCHI APERTI”

Parola di Matteo Buzzanca, compositore della colonna sonora de Il Divin Codino, pellicola diretta da Letizia Lamartire che racconta la carriera di Roberto Baggio

Come e quando ti sei avvicinato alla musica?

«Mio padre è stato un dirigente dell’etichetta RCA per ventidue anni, di conseguenza sono cresciuto sommerso dalla musica. La mia prima scuola è stato il giradischi, poi chiaramente ci sono stati gli studi, dal pianoforte alla composizione, l’approfondimento del classico e la passione per la musica moderna. Diciamo che sono cresciuto ascoltando veramente di tutto, non disdegnando niente. Forse questa è stata la mia fortuna, perchè poi mi sono ritrovato a fare sia canzoni leggere che colonne sonore per i film».

Ti reputi un perfezionista nel tuo lavoro?

«Sì, decisamente, e lo dico non più come un pregio (sorride, ndr). E’ diventato quasi un fardello, perchè continuo a mettere in discussione tutto quello che faccio, a ritoccare e rivedere qualsiasi cosa. Sono molto critico con me stesso, spesso assalito dai dubbi, perchè ho una visione un po’ assolutista, cerco di fare le cose al meglio».

Come si svolge la giornata tipo di un autore, compositore e producer?

«Va a periodi, ci sono delle full immersion dedicate all’operatività, alla creazione e all’arrangiamento. Poi c’è tutta una parte organizzativa di contorno, la stessa che ha ciascuno di noi, qualsiasi attività svolga. In tutto questo cerco di dedicare, almeno settimanalmente, una parte importante allo studio, alla lettura, all’approfondimento di temi che non conosco. Vado alla ricerca di cose che non so, mi ritengo onnivoro da questo punto di vista».

Che tipo di lavoro è stato realizzare la colonna sonora de Il Divin Codino?

«Illuminante, introspettiva ed educativa. Questa esperienza mi ha lasciato la grande soddisfazione di aver contribuito a un bel progetto, di aver fatto cose che mi hanno soddisfatto. Si tratta di un ulteriore tappa del mio percorso, un cammino lento e continuo, ma sempre in salita. Ho sempre trovato stimolante comporre colonne sonore, un occasione per creare e costruire delle architetture musicali totalmente inedite, che in altri ambiti avrebbero difficoltà a nascere e ad esistere. Scrivere musica per il cinema è un sogno ad occhi aperti».

Da ascoltatore e da spettatore, quali sono per te le pellicole con le colonne sonore più belle?

«Questa è una domanda difficile, perchè me ne sono piaciute tantissime. Andrei sui grandi classici, potrei citarti “Vertigo” di Alfred Hitchcock, con la colonna sonora di Bernard Herrmann, colui che ha fatto da spartiacque tra due epoche diverse, inventando la composizione per il cinema. Poi, ovviamente, passerei a John Williams, per tutte le colonne sonore dei capolavori di Steven Spielberg, per arrivare ad Ennio Morricone, un personaggio dal grande rigore morale, molto severo in primis con se stesso. Questa è una caratteristica che ho sempre apprezzato in un musicista, perchè non bisogna mai accontentarsi».

In un momento storico delicato come quello attuale, cosa ti piacerebbe riuscire a trasmettere attraverso le tue composizioni? 

«Mi piacerebbe riuscire a trasmettere una certa qualità, un modo di pensare che mi appartiene. Qualsiasi cosa io faccia, a prescindere che sia una canzone leggera o una colonna sonora, cerco sempre di inserire e innestare un pensiero, che va oltre la forma stessa della musica e crea un legame con ciò che voglio esprimere. E’ importante individuare un concetto, decriptare un’idea e restituirgli una forma musicale, che può anche non essere necessariamente intuibile da chi lo ascolta, ma con una lettura più approfondita. E’ come se ci fossero due livelli di fruizione, piace che ci sia una sorta di sottotesto che sostiene e da senso a tutto».

Nico Donvito
Nico Donvito
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Seguici

Latest

DJ ANTOINE: IL NUOVO SINGOLO È BAM BAM BAM PUT YOUR HANDS UP

Arriva "BAM BAM BAM (Put Your Hands Up )" su Time Records, il nuovo singolo di DJ ANTOINE, in tutte le radio...

FEDERICO ZAMPAGLIONE: RIFLESSIONI SOCIAL TRA IL SUCCESSO DEL NUOVO FILM E LA SVOLTA DEL 2014

Momento più che positivo per Federico Zampaglione. Il successo del film “Morrison” lo ha portato a postare sui social alcune riflessioni...

“UN BACIO ALL’IMPROVVISO”, IL NUOVO SINGOLO DI ROCCO HUNT E ANA MENA

Dopo il successo straordinario della loro ultima hit “A un passo dalla Luna” che ha raggiunto i 5 dischi di PLATINO in...

ESCE IL VINILE NATALIZIO DI ELODIE

Esce l'11 Dicembre "THIS IS ELODIE x CHRISTMAS EP", da oggi è possibile il preorder del vinile su Amazon 

FRANCESCA MICHIELIN TORNA L’8 OTTOBRE CON “NEI TUOI OCCHI”

Francesca Michielin torna l'8 ottobre con il singolo "Nei Tuoi Occhi", estratto dalla colonna sonora del film Marylin ha gli occhi...