FAST ANIMALS AND SLOW KIDS: “CON ‘È GIÀ DOMANI’ RACCONTIAMO LA CONCRETEZZA”

I Fast Animals And Slow Kids sono ufficialmente tornati con il loro nuovo progetto, “È già domani” (Woodworm/Believe), un disco “strano, poichè nato in un modo e finito in un altro” a detta della stessa band.

Anticipato dai singoli “Come un animale“, “Cosa ci direbbe” (un featuring con l’amico e collega Willie Peyote) e “Senza Deluderti“, l’album scritto e composto interamente da Aimone Romizi, Alessio Mingoli, Jacopo Gigliotti e Alessandro Guercini, è il frutto di due lunghi anni di lavoro in studio di registrazione: “Abbiamo riposizionato al centro dei nostri pensieri il concetto di tempo, a cavallo tra il presente e il futuro, a partire dal titolo del disco. Viviamo una quotidianità che inevitabilmente ci proietta già nel futuro ed è piena di progetti, ma anche di ansie. La nostra volontà primaria? Cristallizzare un momento importante.”

In attesa di vederli calcare il palco nel 2022 con il loro “È GIÀ DOMANI TOUR” (prodotto da Vivo Concerti), che toccherà le principali città della penisola, abbiamo fatto quattro chiacchere con i Fast Animals And Slow Kids.

Sono passati due anni dall’uscita del vostro ultimo album, “Animali Notturni“. Penso si possa parlare di un mondo e di una vita pre e post-COVID. Pertanto, come avete vissuto questo lungo periodo a livello personale e come ha influito la pandemia nel vostro approccio alla realizzazione di questo disco?

Ha influito moltissimo sulle tempistiche di realizzazione del progetto. Inizialmente abbiamo provato un certo sconforto, perchè non sapevamo se e quando avrebbe visto la luce. Abbiamo affrontato un percorso di accettazione e di rielaborazione del nostro percorso in musica, ne abbiamo approfittato per ragionarci su e abbiamo finito per dedicarci con più attenzione a ciascun brano contenuto in “È Già Domani”. Sicuramente è stato molto stimolante poter lavorare senza scadenze. Non capita quasi mai! Al contempo, c’è il classico rovescio della medaglia: come persona e come artisti ci si sente meno completi. Per un musicista, i live sono il compimento massimo del proprio lavoro e dei propri sforzi. Non sapere quando sarebbe arrivata quest’ultima “tappa”, è stato destabilizzante. Dal punto di vista strettamente personale, crediamo che sia una risposta molto personale. Potenzialmente tutto quello che accade nella nostra vita quotidiana ha influito. Basti pensare che alcuni di noi hanno dei figli piccoli e vedere un bambino crescere chiuso in casa è stato ancora più difficile. Abbiamo trovato la nostra quadra attraverso la musica, ma sicuramente ognuno di noi è stato il fautore del suo percorso psicologico e personale in un momento così particolare e delicato.

Per tanti musicisti, la pandemia e il primo lockdown a marzo 2020 avevano rappresentato un’occasione per potersi dedicare con più calma alla propria arte e alle proprie passioni, ma dopo due mesi era stata comunque una bella batosta. Dopotutto vi siete visti privati del vostro lavoro…

In quei due mesi non sapevamo come sarebbe andata. Eravamo convinti che saremmo tornati alla vita normale e così non è stato: ci sono stati altri lockdown e i vaccini sono arrivati persino in ritardo. Penso sia stato un momento estremamente sconfortante, visto che il mondo della musica si basa e si ciba di aggregazione e del contatto con la gente. Per quanto esista il digitale, ad una certa noi artisti avremo sempre bisogno di un canale fisico di comunicazione con qualcuno davanti ai nostri occhi. Questo purtroppo è mancato.

Nella title track del disco, dite: “Ho le vertigini/ma la paura è di tuffarsi e non volare“. Nel nuovo singolo “Stupida Canzone“, invece: “E basta con questa ossessione di sorridere al futuro/Mi fa deprimere di più questo di chi crede nel destino“. Pare che la paura del fallimento e di non trovare il proprio posto nel mondo sia ancora più radicata nell’animo umano in questo momento storico…

Probabilmente sì, anche se questi sentimenti in fondo hanno sempre fatto parte di noi. “Stupida Canzone”, per esempio, è stata scritta a febbraio 2020 a ridosso della pandemia. Risentendola ora e ripensando alla situazione in cui ci siamo trovati, risulta una traccia un po’ profetica. Il tempo scorre inesorabilmente, come una ruota che gira continuamente, e se da un lato è bello essere costantemente stimolati e proiettati verso il futuro, dall’altro lato si finisce per provare un forte senso di disagio. Nella copertina dell’album non si vedono i nostri occhi. Il tratto impresso sulla tela è incerto. Abbiamo voluto dimostrare come non facciamo altro che spenderci per il futuro. Sappiamo dire chi saremo tra cinque giorni, ma non sappiamo definirci in questo momento storico, nel presente.

Da dove nasce l’idea della copertina? Sembra quasi un dipinto.

Nasce dalla concretezza e dalla volontà di creare un progetto manuale, esattamente così come intendiamo la musica. Per noi è fatta con le mani, la viviamo in maniera carnale, viscerale e completa. Abbiamo anche creato una cover per ogni singolo pezzo: 12 tavole che rappresentano l’etereo che diventa concreto, fisico.

Dopo un tour acustico nell’estate 2021 per ripercorrere dieci anni di carriera, i Fast Animals And Slow Kids torneranno finalmente in giro per lo stivale a partire dalla primavera 2022. Qui di seguito tutte le date annunciate:

– 7 aprile a Parma (Campus Industry Music)
– 9 aprile a Bologna (Link)
– 12 aprile a Padova (Hall)
– 15 aprile a Firenze (Tuscany Hall)
– 19 aprile a Torino (Teatro della Concordia)
– 30 aprile a Napoli (Casa della Musica)
– 3 maggio a Roma (Atlantico)
– 6 maggio a Milano (Fabrique)

Avatar
Alessia Bisinihttp://www.stefanofisico.it
Redattrice freelance per il web (ma non solo) e ufficio stampa musicale. Spotify-dipendente.

Seguici

Latest

RIZZO: “LAVORARE CON EMIS KILLA E’ SOLO IL PRIMO TRAGUARDO”

E' uscito “SPACCHEREI” (Epic/Sony Music Italy), il nuovo singolo di RIZZO, recente scoperta dello scenario musicale attuale e voce tra le più interessanti del momento. Classe...

“MI MANCHI NEGLI OCCHI”, IL NUOVO SINGOLO DI TRICARICO

In radio a partire da venerdì 11 dicembre  torna FRANCESCO TRICARICO con il brano "Mi manchi negli occhi". “Mi...

UN “PEZZO DI CUORE” CON LA VOGLIA DI TORNARE A CANTARE (INSIEME)

Si è svolta oggi la conferenza stampa della presentazione del singolo di Emma e Alessandra Amoroso dal titolo "PEZZO DI CUORE" in...

CHI VINCERÀ AMICI 20? I PRONOSTICI E I FAVORITI

Mancano pochissime ore alla finale di Amici 20! Ormai ci siamo fatti tutti un'idea su chi potrebbe vincere... Vediamo cosa dicono i...

MANESKIN: A GIUGNO 2022 LE PRIME DATE IN DUE FESTIVAL INTERNAZIONALI

I Maneskin, vincitori dell'Eurovision Song Contest, sono pronti per conquistare l'Europa! A giugno 2022 due date in Germania!