Zerocalcare, in arrivo un nuovo progetto

1 Condivisioni
1
0
0

Dopo aver letto la news che ha iniziato a rimbalzare sui vari siti online, noi ci siamo subito entusiasmati. Dopo l’enorme, e forse anche un pò inaspettato, successo della serie “Strappare Lungo i Bordi”, il fumettista Zerocalcare è al lavoro per realizzare qualcosa di nuovo sempre per la piattaforma Netflix.

Un successo incredibile quello di “Strappare lungo i bordi”, serie composta da 6 episodi da circa 15 minuti ciascuno, che racconta la storia di Zero, giovane artista e fumettista che ogni giorno si scontra con la propria routine quotidiana; una routine della quale fanno parte anche gli amici Secco e Sarah e la propria coscienza, con la quale lui si confronta quotidianamente e che nella serie Zerocalcare ha voluto rappresentare sotto forma di armadillo. Un personaggio semplicemente geniale, entrato nel cuore di tutti grazie alla voce prestatagli dall’attore romano Valerio Mastandrea.

Disegni che prendono vita e che raccontano una storia che ti tiene letteralmente incollato allo schermo, “Strappare lungo i bordi” è stata la grande occasione per Zerocalcare, al secolo Michele Rech, che ha saputo trasformare un semplice fumetto in una delle serie più interessanti di Netflix, per questo è un vero peccato abbiano realizzato solo sei episodi. Un bel concentrato di tematiche: si passa dall’amore, all’amicizia fino alla solitudine, a quella solitudine contro la quale spesso si combatte o ci si deve imparare a convivere. Poi c’è quella comicità che ti fa dire “va beh ridiamo per non piangere”, quella che ti fa andare avanti, che ti fa superare le cose brutte e che letteralmente molte volte ti fa sopravvivere. Non so se Zerocalcare sia esperto in questo genere, ma devo dire che nonostante non conoscessi molto bene il personaggio, questa serie mi ha permesso di entrare letteralmente nel suo mondo e di innamorarmene.

Il nuovo progetto non sarà “Strappare lungo i bordi 2”

Si la notizia è già stata confermata: la nuova serie che Zerocalcare realizzerà per Netflix non sarà il sequel del progetto che gli ha fatto fare il salto di qualità, detto questo non vediamo l’ora ci vengano spoilerati nuovi dettagli, almeno sull’uscita. Vi confido che un pò di dispiacere nel sapere che non ci sarà un sequel di “Strappare lungo i bordi” c’è, sarà perché mi sono appassionato alla storia, alla vita di Zero, ai suoi amici, alle sue abitudini, dall’altra parte non è detto che da questo nuovo lavoro non possa venire fuori qualcosa di ancor più bello. Recentemente infatti il fumettista ha dichiarato che con Netflix si è trovato particolarmente bene, proprio perché gli hanno lasciato “tutta la libertà creativa di cui aveva bisogno”.

In occasione dell’apertura degli uffici italiani a Roma, Netflix ha annunciato su Instagram che “in questo nuovo progetto animato, Zerocalcare torna con tutto il suo mondo narrativo, il linguaggio unico ed i suoi personaggi inconfondibili in sei episodi da mezz’ora”. Un commento piazzato da Netflix in un “reel” dove lo stesso fumettista dice: “Ciao, posto che eviterei de cantare vittoria, e che comunque tanto non posso dire niente, pare che stiamo affà una cosa nuova”.

La nuova serie sarà prodotta da Movimenti Production in collaborazione con Bao Publishing. Un progetto più lungo, sul quale Zerocalcare potrà lavorare meglio e in maniera più approfondita dato che, come ha detto lui stesso, “Strappare lungo i bordi” gli è servita per prendere confidenza col mezzo Netflix.

Ancora non ci sono notizie ne sul titolo ne sulla possibile data di uscita del nuovo lavoro di Zerocalcare, perciò che facciamo? “Annamo a pijà er gelato?

Ti potrebbe anche piacere