LDA

LDA: “La cosa che mi rende più felice? Essere l’orgoglio di mamma e papà”

15 Condivisioni
15
0
0

LDA è stato uno dei protagonisti di questa edizione di Amici di Maria de Fillippi. Per svariati motivi é entrato nel cuore della gente e ha tutto per poter “rimanere” nell’industria musicale. Ci siamo fatti una chiacchierata nel giorno della sua promo per l’uscita del suo album “ LDA” lanciandogli la proposta di duettare con il padre il 17 o 18 Giugno a in Piazza del Plebiscito 

Ciao Luca, come stai?

Sono passati diversi giorni dalla tua eliminazione, quando si è dentro ad un vortice come quello di amici , si è travolti non rendendosi conto di molte cose. Oggi quali sono le cose di cui ti senti più orgoglioso e quelle su cui pensi di dover migliorare ? Dico non solo artisticamente . 

“Io tutto bene, sono gasato non vedo l’ora di farlo, per me non è lavoro, è divertimento. Sono tanto orgoglioso della mia crescita artistica ed umana soprattuto, perché Amici ti fa crescere tanto sotto quel punto di vista, mi sento veramente maturato, vuoi per i ragazzi, vuoi per Maria, vuoi per Rudy, che mi sono stati vicini e sono stati essenziali per la mia crescita. Sono molto fiero di me sotto questo punto di vista, molto contento e debitore con tutti loro perché sono entrato bambino e sono uscito ragazzo, ancora non mi definisco uomo, ho ancora un po’ di tempo per definirmi uomo, fanno le corse a diventare uomini, con calma ragazzi”

Hai dimostrato di essere stato uno dei ragazzi che si sono impegnati maggiormente e più umili della classe di quest’anno, di questo ti faccio i complimenti perché te ne va dato merito . Al momento della tua esclusione hai detto “è giusto, perché non ho più la testa qui”. Tornassi indietro riconfermeresti questa affermazione o era data sull’onda dell’entusiasmo e della situazione?

“La ridirei perché mi mancava veramente tutto, c’è stato un periodo da quando è iniziato il serale che pensavo solamente al fuori, mi mancavano tutti, mi mancava mamma, i medie genitori, i miei fratelli, i miei amici, mia città.”

Dopo quanto più o meno?

“Dopo cinque/sei mesi, ho iniziato a sentire la mancanza, mi sono mancati per tutto questo tempo, però la vera mancanza l’ho proprio avvertita durante l’inizio del serale, forse perché mi sentivo più pressione addosso, non lo so ti dico la verità, però mi mancavano veramente tutti, mi sentivo strano e quindi ero arrivato ad un punto dove ho detto “basta” 

Parliamo di musica, e di questo album che, fatta eccezione per “Resta” rappresenta ill tuo percorso in Amici. Quanto e dove sei cambiato nella scrittura da “Quello che fa male” ad oggi?

Secondo me sul vocabolario, però l’idea è sempre quella di raccontare tramite immagini non metafore determinate storie. E’ una cosa che ho fatto anche nel percorso ad Amici, magari non parlando per forza di amore, ma ho parlato di tutto. adesso mettermi ad elencare tutto quello che ho fatto è un casino, quindi in realtà è sempre quello, non ho una regola ben precisa dipende veramente da come sto, mi sento migliorato solo sul vocabolario.

LDA

Parliamo poco di tuo padre perché qui stiamo parlando della tua musica e del tuo percorso, però è bello pensare che tu, alla fine, abbia deciso di seguire la sua strada in modo indipendente mettendoti in gioco. Che cos’ha detto quando gli hai detto che avevi passato i casting di Amici?

E’ stato contento, me nemmeno lui ci poteva credere, e manco io. Era tanto contento, ma anche quando sono uscito, vedere gli occhi di un genitore fiero è una vittoria, vale più della coppa, più del disco di platino, più di tutto, se tu hai i tuoi genitori, i tuoi fratelli e le persone che ti vogliono bene fieri di te hai ha già un mondo dalla tua.

Nel momento in cui sei uscito sei tornato “a contatto con la realtà” qual è stata la frase tra tutte quelle che hai ricevuto che più ti ha emozionato? 

“Principalmente da mamma e papà quando mi hanno detto “siamo fieri di te” è stata tanta roba, perché non è scontato, per niente, e quando tu hai questo dalla tua non vuoi nient’altro, il resto è fuffa e conta poco, nel senso che conta quando tu hai i genitori dalla tua che seguono e ti supportano è una roba incredibile, non è scontato al giorno d’oggi . Mi reputo un ragazzo molto fortunato ad avere i genitori che mi stanno appresso.”

Non tutte le edizioni sono state ricordate negli anni per i loro vincitori, pensi che in quella di quest’anno ci sarà qualcuno che avrà un percorso lungo e duraturo nella musica?

“Penso di si, alla fine quest’anno era veramente un bel cast quello di Amici. Sono tutti molto bravi, se hai la testa vai avanti, se resti te stesso vai avanti, appena fai cose che devi fare e non vuoi fare lì inizi a cadere in un tunnel un po’ strano e brutto, ecco perché tante persone non vengono ricordate, perché magari vanno troppo appresso alle mode invece devi rimanere sempre te stesso, devi portare una cosa nuova che hai portato tu e che fai tu senza copiare e scopiazzare a qualcun altro”

Proprio per il tuo essere genuino e sempre sincero hai legato con tutti i ragazzi in casetta. C’è qualcuno in particolare con cui hai scritto dei brani e con cui vorresti collaborare in futuro?

“Mi piacerebbe tanto collaborare con Alex, perché io e Alex ci troviamo come persone proprio, è stato un amicone, pure con Albe, con Alex e Albe ma in realtà pure con Luigi.”

Praticamente hai già spoilerato il prossimo Ep

“Si, in questa chiacchierata ho già chiuso tre o quattro dischi (ride)”

Chiudo con una curiosità, il 17 e 18 giugno in Piazza del Plebiscito ci sarà un grande evento con protagonista un grande artista, che forse conosci? Non avete pensato per l’occasione di inventarvi qualcosa insieme?

“Onestamente non lo sovalutiamo perché no! Io non ci vedo nulla di male alla fine, la vedo come una grande festa, hai ragione, forse sarebbe da organizzare”

GUARDA QUI LA VIDEO INTERVISTA

“Bandana”, prodotto da ZEF e disponibile in streaming e digitale , sarà contenuto nell’album d’esordio dell’artista, tra i protagonisti più amati e streammati di Amici21. Di seguito la tracklist completa che vede anche la collaborazione di alcuni importanti producer, come ZEF, Michele Canova e D. Whale:

1. “Quello che fa male” 

2. “Bandana” 

3. “SAI” 

4. “Io volevo solo te” 

5. “Scusa” 

6. “Vivimi”

7. “RESTA” 

Per regalare ai fan un momento speciale in occasione dell’uscita del suo progetto discografico, LDA ha annunciato anche 9 appuntamenti instore, durante i quali firmerà le copie del suo disco per ringraziare chi lo ha sostenuto negli scorsi mesi e continua a farlo:

13 MAGGIO – ROMA – DISCOTECA LAZIALE (ORE 17.00)

14 MAGGIO – VALMONTONE (RM) – VALMONTONE OUTLET (ORE 16.30)

15 MAGGIO – NAPOLI – FELTRINELLI STAZIONE GARIBALDI (ORE 17.00)

16 MAGGIO – PONTECAGNANO FAIANO (SA) – CC MAXIMALL (ORE17.30)

17 MAGGIO – AFRAGOLA (NA) – CC LE PORTE DI NAPOLI (ORE 18.00)

18 MAGGIO – BARI – CC MONGOLFIERA SANTA CATERINA (ORE 17.00)

20 MAGGIO – MELILLI (SR) – PARCO COMMERCIALE BELVEDERE (ORE 17.30)

21 MAGGIO – CATANIA – CC CATANÈ (ORE 17.00)

22 MAGGIO – PALERMO – CC LA TORRE (ORE 17.00)

Ti potrebbe anche piacere