music marketing

I geni del music marketing (in Italia)

Nella musica il marketing e la promozione sono fondamentali, oggi vogliamo ripercorrere alcune delle campagne più geniali fatte in Italia.
1 Condivisioni
1
0
0

Il marketing e la promozione hanno un ruolo fondamentale nell’industria musicale, è grazie a chi lavora in questi campi che la musica arriva (o non arriva) ad un pubblico più ampio. Ai fan piace quando l’uscita dei progetti dei loro cantanti preferiti sono circondati da un alone di mistero e da un contesto che possa coinvolgerli a 360° rendendoli, in qualche modo, parte attiva di quella campagna.

Sono tantissimi gli esempi (per questo episodio ci limiteremo al panorama italiano) e sicuramente, portare avanti una campagna di marketing coinvolgente, porterà l’artista a fidelizzare il pubblico che già ha raccolto e, perché no, aumentarlo. Insomma la parola d’ordine è HYPE e nel panorama musicale italiano sempre più artisti stanno facendo parlare di sé per questo… Ma passiamo ai fatti!

Il marketing di Salmo batte tutti

Lo dobbiamo per forza mettere in cima al podio, nonostante non sia un artista social (spoiler: i social non bastano a promuovere la musica) il tocco geniale del suo marketing non convenzionale porta sempre a far parlare di lui. Potremmo dire che il marketing e la promozione folli, quelli che creano stupore, abbiano un po’ trovato strada in Italia grazie a lui (e ricordiamo anche tutto il team delle persone che ci sta dietro, perché spesso i meriti se li prende solo chi ci mette la faccia).

Un po’ fuori dalle righe, “controcorrente” è la sua parola preferita, Salmo è ormai amato dai fan del rap ma anche dal pubblico più occasionale che si limita ad ascoltare le sue hit più “commerciali”, ultimo esempio è quello di Bubble prodotta da Takagi & Ketra in collaborazione con Tha Supreme che, credeteci, una volta ascoltata creerà dipendenza.

Ormai i fan sono stati abituati bene, ancora prima dell’attesa per l’arrivo di un nuovo progetto discografico, arriva l’attesa di vedere che cosa Salmo si inventerà per promuoverlo. Iconici i billboard a Milano in cui si vedeva un Salmo in 3D stracciare il “cartellone” che annunciava l’uscita dell’album FLOP, idea ripresa nelle ultime settimane per la promozione della serie Blocco 181 che ha prodotto lui stesso. Questa volta è stato fatto un passo avanti con un’animazione ancora più curata e realistica.

marketing salmo affissioni

Il rapper aveva fatto discutere nel 2020 a causa della maxi affissione a Milano del billboard che pubblicizzava la sua data a San Siro che verrà finalmente recuperata tra poche settimane, più precisamente il 6 luglio. Il cartellone raffigurava Salmo con il volto insanguinato ma questa rappresentazione non è piaciuta ai milanesi che hanno segnalato l’affissione fino a farla rimuovere… Il rapper ha risposto sostituendola con una grafica decisamente più family friendly.

Gazzelle – Rompere in caso di emergenza, OK?

L’indie, accanto al rap, è sicuramente il genere più amato dalla generazione Z che, da pochi anni, ha iniziato a farsi strada diventando sempre più mainstream e scalando tutte le classifiche di vendita. Che succede a Milano? Con questa domanda Gazzelle, pochi giorni prima dell’uscita suo album OK nel febbraio dello scorso anno, invita i fan ad andare a cercare i suoi vinili per la bella Milano. “Rompere in caso di emergenza“, frase accompagnata da un cuoricino spezzato, c’era scritto questo sulle cassette antincendio installate per la città e contenenti, in anteprima, il vinile dell’album… Un cuore spezzato lenito dalla musica.

A Flavio piace l’hype e, poco prima, aveva anche fatto riempire i muri di alcune città con le affissioni riportanti la frase “non è colpa mia” estratta da quello che oggi è uno dei suoi brani più amati, Destri. Oltre alle affissioni la frase è stata proiettata anche su alcuni monumenti e palazzi.

Campagna politica? No, è marketing… É Fedez

Ci eravamo cascati un po’ tutti, in primis i politici che usano un po’ troppo Twitter, eravamo convinti che Fedez, nel 2023, sarebbe sceso davvero in politica attuando una campagna per attirare gli elettori. E invece no… Si trattava solo della campagna di promozione del suo nuovo album e, come sempre, ha dato una lezione sul panorama politico odierno.

Fedez, vuoi o non vuoi, è sempre pronto ad esprimersi senza peli sulla lingua riguardo alle questioni attuali facendosi in qualche modo portavoce del popolo. S’intitola Disumano il suo ultimo album, uscito a novembre dell’anno scorso e, con la campagna di promozione geniale che ha attuato, oltre che far parlare di sé da tutti, ma proprio tutti, ha voluto anche dare una bella lezione alla politica e ai giornalisti.

Io credo che questa trollata la dica lunga sullo stato di salute della stampa e del giornalismo italiano perché nonostante tutti fossero consci che fosse una trollata, in qualche modo, per loro era più importante fare finta che fosse vero. E quindi grandi dibattiti, fermiamo gli influencer dalla politica…“.

Ci sono stati tanti botta e risposta tra Fedez, i politici e i giornalisti che hanno preso questa campagna di marketing forse un po’ troppo seriamente. Il rapper milanese non si è fermato e, fino all’uscita dell’album, ha pubblicato sui suoi social dei manifesti elettorali in cui affrontava, criticando ironicamente, le scelte di alcuni politici su temi sociali attuali. #ioscelgodisumano era l’hashtag che accompagnava la campagna fittizia, insomma una mossa geniale che ha sicuramente portato l’attenzione dei media sul suo personaggio, tutti erano al corrente dell’arrivo di un nuovo album e questo era lo scopo primario.

Sono sempre di più gli artisti che si affidano a queste campagne di promozioni poco convenzionali, che possano partire anche solo da citazioni di canzoni che dovranno uscire sparse per le città fino a graffiti (legali, come fa spesso Sony Music per i suoi artisti) per le strade accompagnati dal qr code per poter ascoltare direttamente l’album. Una nuova visione di promozione e marketing che viene dall’America e che l’Italia, pian pianino, sta cominciando a renderla anche sua.

Ti potrebbe anche piacere

ESCE IL VINILE LIMITATO DI “OGGI” DI ENSI

A questo indirizzo (https://www.tuffkongrecords.com/collections/ensi) potete trovare l’esclusivo vinile, disponibile in cinque copie, dell’ultimo EP del rapper torinese. Potete…