Giorgio Armani

Emporio Armani: una campagna per celebrare gli amici a quattro zampe

2 Condivisioni
2
0
0

Una campagna per celebrare il miglior amico dell’uomo, questa la decisione della label Emporio Armani, che per la collezione Autunno Inverno 2022/2023 ha scelto di affiancare ai modelli un gruppo di cani di razze e taglie differenti.

Emporio Armani
Campagna Autunno Inverno 2022/2023, Emporio Armani

Una campagna che fosse all’insegna della leggerezza ma soprattutto che trasmettesse un messaggio di amore verso i nostri amici a quattro zampe, qualcosa a cui “Re” Giorgio Armani tiene particolarmente considerando il suo grande legame con gli animali, in passato infatti diverse volte ha prestato il proprio volto per campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono: tra queste anche quella organizzata dall’associazione “Io Amo gli Animali”, dove si vede il noto stilista tenere in braccio il proprio gatto di nome Angel.

In questo caso Emporio Armani ha scelto loro come protagonisti, i cagnolini, facendoli posare insieme ai modelli Ayesha SesayMathilda Gvarliani, Lisa HanJie ZhengKit ClarkeStanley Taylor e William Franklyn Miller di fronte all’obiettivo del fotografo Gregory Harris.

Scatti che trasmettono naturalezza, genuinità, tenerezza, e che fanno parte della sfilata co-ed di Milano che ha segnato il ritorno fisico di Giorgio Armani sulle passerelle dopo la ripresa del Covid.

Che cos’è il CO-ED? Il co-ed è la formula che prevede che le collezioni maschili e femminili vengano presentate insieme in un unico fashion show. Una scelta necessaria per arrivare ad una definitiva inclusione sociale, questo perché tempo fa, prima del co-ed, le varie fashion week si distinguevano per genere, realizzando le collezioni in diversi momenti dell’anno. Tra i brand che più hanno puntato su questo concetto, ovviamente Armani ma anche Gucci, Bottega Veneta e Vivienne Westwood.

Campagna Autunno Inverno 2022/2023, Emporio Armani

La moda e gli animali

Da tanto tempo ormai la moda ha intrecciato il proprio percorso con quello del mondo animale: un mondo che nel nostro immaginario si porta dietro tutta una serie di significati simbolici che all’interno di campagne pubblicitarie, riviste e servizi fotografici vanno ad amplificare, possiamo dire, il valore e il senso di ciò che stiamo guardando. Cani, cavalli, scimmie, tigri, sono innumerevoli gli animali protagonisti di campagne di moda e non, perché prendiamo i cavalli ad esempio: il gioco di parole con i cavalli delle macchine permette alle case automobilistiche di evocare in maniera immediata la potenza del motore facendo correre, magari, il cavallo stesso al fianco della vettura. Lo stesso vale per la moda, dove determinati animali portano insieme a determinati beni di lusso come borse, scarpe e sciarpe, un messaggio ancora più definito di eleganza, raffinatezza ed esclusività.

Vogliamo fare un pò di esempi volgendo lo sguardo al passato?

CARA DELEVINGNE PER MULBERRY – CAMPAGNA AUTUNNO/INVERNO 2013/2014: Protagonista della campagna pubblicitaria Autunno Inverno 2013/2014 per il marchio Mulberry era la bella e giovane Cara Delevingne. In quell’occasione a scattare le foto c’era il fotografo Tim Walker, che aiutato dalla set designer Shona Heath creò un’ambientazione da favola con dei gufi (veri). Tra alberi, gufi e una location ricreata come fosse la stanza di una vecchia dimora di campagna, il marchio inglese è riuscito a ricreare una sorta di favola per questa campagna, con la modella che indossando vari cappotti e la famosa Alexa Bag diventava come la versione buona della “strega di Biancaneve”. Tutto questo accarezzando un bellissimo gufo appollaiato sul suo avambraccio.

JULIANNE MOORE PER BULGARI – CAMPAGNA AUTUNNO/INVERNO 2010/2011

In questo caso parliamo dell’attrice statunitense Julianne Moore, premio Oscar come Miglior Attrice protagonista nel film “Still Alice”, che circa una decina di anni fa ha posato nuda per una campagna di Bulgari. Campagna dal titolo “Eccentric Charisma” dove troviamo l’attrice su un divano, coperta solo da borse e gioielli ma con in braccio due bellissimi cuccioli di leone.

Julianne Moore
Juliane Moore per Bulgari, campagna Autunno Inverno 2010/2011

Gli scatti sono stati realizzati dai fotografi Mert Alas e Marcus Piggott, al fine di presentare l’istinto animale della donna. Julianne Moore che nelle varie posizioni ricorda molto “La Maja Desnuda”, famoso dipinto olio su tela del pittore spagnolo Francisco Goya realizzato intorno al 1800 e conservato, insieme alla “Maja Vestida”, al Museo del Prado di Madrid.

LA CAMPAGNA “SO DEER TO ME”, PRE-FALL 2020 DI GUCCI:

Gucci Pre Fall 2020, una campagna davvero interessante: i protagonisti sono animali quasi fiabeschi che insieme ai modelli ci portano in un mondo magico, testimoniando l’impegno del marchio Gucci nel salvaguardare la flora e la fauna. Riferimento principale è all’infanzia, non a caso negli scatti del fotografo britannico Alasdair McLellan compaiono giochi e altalene colorate; l’innocenza e la spensieratezza di quando si era bambini, con cervi, cerbiatti, caprioli, scoiattoli, anatre e conigli che non fanno solo da cornice, ma sono i veri protagonisti insieme ai modelli.

Campagna Pre-Fall 2020, Gucci

Gucci ha voluto mostrare quanto è bello ritrovare quell’innocenza che emergeva da piccoli, di quando si voleva solo giocare, stare bene e non pensare a nient’altro; quella purezza che ritroviamo grazie alla connessione tra uomo, animale e natura. La campagna si lega all’hashtag “SoDeerToMe” e ad un’importante iniziativa che Gucci porta avanti dal 2018: l’impegno di essere un marchio carbon neutral puntando alla protezione di oltre 1 milione di ettari di foreste a rischio in tutto il mondo.

Durante la Milano Fashion Week del 2018 troviamo ancora i nostri amici a quattro zampe protagonisti per la campagna del brand Tod’s: c’è da dire che quello, per il calendario cinese, era l’anno del cane ma la decisione di far sfilare anche questa volta dei cani insieme alle modelle è più dovuto ad una sorta di continua innovazione. Un brand, Tod’s, che si era già rivelato pet-friendly quando in una delle sue campagne pubblicitarie scelse come protagonisti Kendall Jenner e Roberto Bolle accompagnati da un piccolo cucciolo di razza Corgi; in questo caso invece si decise di far sfilare insieme ad un gruppo di modelle capeggiate dalle sorelle Gigi e Bella Hadid, cani di razza Akita-inu, Chihuahua e Cavalier King Charles Spaniel. Gli scatti in questo caso vennero realizzati dal fotografo Mikael Jansson a Malibù per esprimere, così come voleva il brand Tod’s, l’assaporare dello stile di vita italiano.

Campagna Primavera Estate 2018, Tod’s

Da un articolo de Il Post, nella sezione Moda, abbiamo recuperato un virgolettato di Joshua Katcher, autore del libro “Fashion and Animals” e professore di moda presso la Parsons School of Design di New York, che spiega come gli uomini siano sempre affascinati dagli animali, il sesso, la morte e le cose occulte. “Quando gli animali vengono messi sulle riviste e pubblicità di moda si attiva un’area primordiale del cervello di ciascuno di noi”, queste le sue parole, e aggiunge come in realtà non ci sia nulla di nuovo in tutto questo: “Gli animali fanno parte del mondo della moda dall’inizio dell’800”.

Una scelta, quella di mettere gli animali nelle campagne, che ha portato alla tendenza della Pet Couture, spinta fortemente dagli influencer che oggi non perdono occasione di fotografarsi con i propri amici a quattro zampe e postare tutto sui propri social. Un legame, quello tra noi e gli animali, che porta benessere, gioia, permettendo di distrarci dagli impegni lavorativi quotidiani e che che lancia nuove mode… sportive, come quella di fare jogging insieme, che permette a noi di metterci in forma e stare con loro.

Vedremo in futuro fino a dove si spingeranno le varie maisons con questo concetto.

Ti potrebbe anche piacere