paola e chiara

Paola e Chiara: si preparano ad un ritorno?

1 Condivisioni
1
0
0

Davanti a una platea gremita di pubblico, all’improvviso durante il concerto di Max Pezzali a Bibione, sono salite sul palcoscenico Paola e Chiara, tornando di fatto ad esibirsi insieme dopo dieci anni. Il duo musicale più in voga alla fine anni Novanta e inizio Duemila, scioltesi improvvisamente con il grande dispiacere del pubblico, ha riscosso un grande successo ieri sera. Da anni i fan chiedono una reunion della coppia e adesso che è successo, c’è già chi sogna di vederle come super ospiti al prossimo Festival di Sanremo.

Due sorelle e la passione per il canto, inizia così l’avventura di questa coppia musicale che negli anni ha avuto un successo strepitoso con hit che ancora oggi riecheggiano alle feste e non solo. Stiamo parlando di titoli come “Vamos a bailar” che anche le nuove generazioni conosco e cantano tutt’oggi.

La loro carriera musicale inizia nel 1996 quando Claudio Cecchetto le ingaggia come coriste degli 883. L’anno seguente partecipano alla kermesse sanremese nella categoria Giovani e vincono con il brano “Amici come prima”. La scalata del successo inizia così e le porta fino al palco dell’HIStory World Tour di Michael Jackson. Diventano le regine indiscusse del Festivalbar, pubblicano album come “Ci chiamano bambine” e “Giornata storica” anticipato dal singolo “Non puoi dire di no”.  

paola e chiara

Con il nuovo millennio le due sorelle dirottano la loro produzione musicale verso un progetto artistico differente: lasciano le sonorità rock in favore di ritmicità decisamente più pop. Sfornano una dance hit una dietro l’altra, tra le quali spicca la già citata “Vamos a bailar (Esta vida nueva)”. Questo brano in particolare le fa salire metaforicamente parlando sul tetto del mondo: viene pubblicato in Giappone, in Germania, Paesi Basse, Austria, Svizzera e Paesi Scandinavi.

Nel 2002 pubblicano l’album “Festival” la cui traccia omonima diventa ufficialmente il tormentone estivo di quell’estate. I ritmi latineggianti prendono il sopravvento e diventano un tratto distintivo dei loro brani, questo vale anche per il singolo “Hey!”. Nel 2005 pubblicano il quinto album intitolato “Blu” al cui interno è dedicato un brano a Diana Spencer. La pubblicazione è un flop e non ottiene il successo sperato.

Per un periodo restano in silenzio, o meglio Chiara pubblica un brano da solista intitolato “Nothing at all” che ottiene un grande apprezzamento. È nel 2007 che il duo torna a far sognare il proprio pubblico con l’album “Win the game”. Nel 2010 iniziano un tour e pubblicano i singoli “Pioggia d’estate” e “Milleluci” che anticipano l’omonimo album che esce a novembre.

La fine del sogno Paola e Chiara arriva nel 2013 quando le sorelle pubblicano l’album “Giungla” e l’8 luglio di quell’anno il duo si scioglie. Per molto tempo non hanno fatto parlare di loro, anzi sono letteralmente sparite. È nel 2020 che tornano in televisione da Fabio Fazio a Che tempo che fa, invitate per raccontare i propri progetti musicali da soliste.

Giorno fa a Milano, totalmente a caso, c’era stata una reunion durante l’inaugurazione di un negozio. Paola stava infatti facendo un Dj Set per l’occasione e Chiara, passata di lì per caso, si è fermata con la sorella. Le immagini delle due di nuovo insieme a ballare e cantare canzoni che le hanno consacrate alla scena musicale avevano fatto il giro di tutti i social. Nessuno si sarebbe mai aspettato di vederle salire insieme sul palco di Bibione con Max Pezzali. Davanti a 15 000 spettatori, sono tornate ad esibirsi live in memoria dei vecchi tempi.

Questi recenti eventi ci fanno però venire il sospetto che magari è solo l’inizio di un ritorno imminente. Chissà quali piani hanno le due sorelle. Di certo il pubblico che ieri sera era a Bibione le ha accolte molto bene e un loro ipotetico ritorno in futuro non potrebbe essere che apprezzato.

Ti potrebbe anche piacere
Mahmood

5 curiosità su Mahmood

Ecco 5 curiosità su Mahmood, nome d’arte di Alessandro Mahmoud, il giovane cantautore rivelazione della musica italiana. Le…