david guetta

David Guetta, il miglior DJ del mondo

34 Condivisioni
34
0
0

Era il 2009 e per le radio iniziava a riecheggiare “I gotta feeling”, un brano prodotto da David Guetta per i Black Eyed Peas. Grazie a questo pezzo, la fama del produttore musicale e disc jockey diventa letteralmente mondiale tanto che si afferma come artista in tutte le classifiche internazionali e riceve molti riconoscimenti.

Classe 1967, di origine francese, David Guetta esordisce come DJ alla tenera età di 17 anni nel Club Broad di Parigi. Se all’inizio è concentrato sulle hit commerciali, successivamente avvia una fase di sperimentalismo in cui scopre la musica house. Si cimenta in produzioni originali che comincia a far sentire durante le sue serate e la gente della notte inizia ad apprezzare la sua musica. Nel 1990 pubblica il singolo “Nation rap” con Sydney Duteil e quattro anni dopo esce “Up & Away” in collaborazione con Robert Owens. Nel 1994 avvia anche un’esperienza manageriale iniziando a gestire e organizzare le feste e gli eventi del locale Le Palace.

Nel 2001 arriva la pubblicazione del suo primo singolo di successo intitolato “Just a little more love” in collaborazione con Chris Willis.  L’anno successivo viene pubblicato il suo primo album di debutto dalla Virgin Records: vende circa 300 000 copie. Il secondo album viene pubblicato nel 2004 e si intitola “Guetta blaster”; al suo interno brani come “The world is mine”, “In love with myself”, “Get up” e “Movement girl”.

David Guetta

È il 2007 quando viene pubblicato il disco “Pop life” che raggiunge l’apice del successo in tutta Europa e in America entra nella classifica dance e nella Billboard hot 100. Per la promozione di questo progetto David Guetta viaggia e suona in tutto il mondo esibendosi anche alle Mauritius.

La consacrazione al grande pubblico arriva come dicevamo all’inizio dell’articolo nel 2009 quando vengono pubblicate le hit più celebri della sua carriera artistica. Stiamo parlando di brani come “When love takes over,” “Sexy bitch,” “One love”, “Memories” e “Gettin’ over you”. Arrivano riconoscimenti e nomination ai Grammy Awards.

Il 2011 è l’anno in cui il David Guetta regala al suo pubblico brani che vantano featuring pazzeschi. Il primo di questi da ricordare è sicuramente “Titanium” dove canta una giovanissima Sia e menzione d’onore anche per “Lunar” che vanta la collaborazione di Afrojack. Questi singoli rientrano nella produzione dell’album “Nothing but the beat” uscito ad agosto 2011 e che schizza in testa alle classifiche mondiali in poco tempo.

Tre anni dopo David Guetta torna all’opera con la pubblicazione del singolo “Lovers on the sun” che anticipa l’uscita del suo nuovo album “Listen”. Per l’occasione il dj ricorre alla collaborazione con artisti come Sia, Showtek, Emeli Sandé, John Legend e Nicki Minaj.

Protagonista anche degli Europei di calcio del 2016 quando la colonna sonora ufficiale della manifestazione sportiva diventa il brano “This one’s for you”. L’anno successivo collabora con Justin Bieber, Bruno Mars, Lil Wayne e Ester Dean. La pubblicazione di diversi singoli come “Don’t leave me alone”, “Goodbye”, “Drive” e “Say my name” anticipano l’album “7”.

Negli ultimi anni non ha smesso di far parlare di sé e della sua musica. Nel 2020 ha infatti vinto per la seconda volta la nomina di miglior DJ del mondo. Titolo che conserva e mantiene anche per l’anno successivo. Il mese scorso ha pubblicato il brano “Don’t you worry” in collaborazione con i Black Eyed Peas e Shakira. Invece pochi giorni fa è uscito un pezzo intitolato “Family affair”.

Insomma, David Guetta ha fatto ballare e continua a far ballare intere generazioni con suoni ricercati e brani che restano in testa grazie alla collaborazione con le voci di artisti importanti nel panorama contemporaneo. Pubblicando una hit dietro l’altra, David Guetta ha affermato la sua fama a livello mondiale e la sua musica è tra la più trasmessa nei club e discoteche di tutto il mondo.

Ti potrebbe anche piacere