lewis capaldi

Lewis Capaldi e il suo magnetico dualismo

Lewis Capaldi è tornato dopo un periodo di stop dai social e dalla musica con il singolo “Forget Me”, ennesima riprova di quanto il dualismo che caratterizza la sua musica e il suo modo di affrontare l’industria sia vincente.
33 Condivisioni
33
0
0

Lewis Capaldi, classe 1996, cantautore e polistrumentista scozzese, irrompe nella scena musicale internazionale solamente nel 2017 ma già con estrema consapevolezza e un carisma da vendere. I suoi brani, musicalmente ma soprattutto testualmente parlando, sono una freccia nel petto, se letti e sentiti con attenzione riescono a distruggerti il cuore in mille pezzi ma allo stesso tempo ad offrirti una spalla su cui piangere… Poi però quando lo senti parlare nelle interviste o lo segui sui social ti ritrovi davanti una persona totalmente raggiante ed euforica, ma sono proprio gli ossimori della sua persona a renderlo un artista speciale e vincente.

Il suo album di debutto si intitolava Divinely Uninspired to a Hellish Extent, il titolo è tutto un programma, già ci consigliava di preparare i fazzoletti perché in quell’album non ci avremmo trovato nemmeno una traccia up-beat, ma in fondo a chi non piacciono le ballate? Il singolo che lo precede, “Someone You Loved“, diventa forse una delle più belle e strazianti (nel senso buono del termine, perché quando una canzone ti distrugge emotivamente vuol dire che è fatta bene) degli ultimi anni e le altre tracce non hanno di certo deluso le aspettative. Forse la più bella è Before You Go, che nella sua versione orchestrale è ancora più d’impatto.

Da buon cantautore fa del pianoforte e della chitarra i suoi migliori amici regalandoci in quell’album un ritratto diverso rispetto al Lewis Capaldi irriverente che conosciamo dai social, un Lewis Capaldi musicale dal cuore completamente lacerato che vuole usare la musica come antidoto al dolore, per lui e per chi lo ascolta, rendendosi portavoce di una generazione di romantici senza speranze.

Forse è stata la sincerità della narrazione di un sentimento dalle mille sfaccettature che non riusciremo mai ad attraversare completamente, forse la sua voce potente e a tratti soul che ti entra subito nel cuore, forse le strumentali quasi cinematografiche, forse il suo essere genuino, ma tutto questo lo ha portato immediatamente ad essere musicalmente amato dai giovani che hanno vissuto o che sognano di vivere un amore come quello che racconta.

lewis capaldi

Lewis Capaldi incarna il Doppio

Il suo ultimo singolo si intitola Forget Me che, come lo stesso cantautore ci comunica in una “lettera-comunicato” scritta da lui “è un brano veloce e triste“, che ritmicamente si discosta dal suo marchio di fabbrica solito, ovvero le ballate. Il singolo, promosso da cartelloni pubblicitari che ritraevano il cantautore in posa da calendario in slip, è anche accompagnato da un videoclip che finalmente ci spiega il concept della campagna.

Ciao, sono io, Lewis Capaldi: cantautore scozzese, popstar ‘in carne’ e appassionato di ‘umorismo da toilette’.” Così si definisce all’inizio del comunicato inviato alle testate e la cosa che ammiro di più è che non ha paura di farlo, rende i lati del suo carattere e del suo aspetto che potrebbero essere oggetto di critica in punti di forza e questa è la chiave per essere invincibili in un’industria e in una società dove qualsiasi voce fuori dal coro non conforme agli “standard” diventa da condannare.

Lewis Capaldi non è per niente family friendly per quanto riguarda alcune uscite durante interviste e ospitate, non gli importa di sapere se quello che dice avrà delle conseguenze, è così e basta, però quando canta ti apre un mondo intero di sentimenti.

Lewis non è altro che un poeta maledetto ubriaco però di amore, della sua arte, di umorismo inglese e semplicemente di quello che la vita può offrirgli. Lewis Capaldi incarna perfettamente quello che è il mito del Doppio, non separando il buono e il cattivo (anche perché in lui di cattivo non c’è proprio nulla), bensì mostrandoci i due lati della sua personalità con estremo coraggio e fiducia in sé stesso, senza vergogna e paura del giudizio.

E per tutti questi motivi lo amiamo da morire!

Ti potrebbe anche piacere
Avril Lavigne

5 curiosità su Avril Lavigne

Ecco 5 curiosità su Avril Lavigne, cantautrice, musicista, stilista e attrice canadese nata il 27 settembre 1984. Le…